giustiziami

Cronache e non solo dal Tribunale di Milano

La lettera di Bruti ai suoi pm:
“a dispetto di piccole, circoscritte polemiche è tutto ok”.

Questo post è stato letto 2949 volte.

Oggi scade il quadriennio di Edmondo Bruti Liberati come capo della Procura di Milano e, annunciando che presenterà la richiesta di conferma, il magistrato ‘festeggia’ inviando una lettera a tutti i suoi pm. E se da un lato si assume “la responsabilità” delle “insufficienze e degli errori come stimolo per operare per il meglio in futuro”, dall’altro rivendica un “bilancio del quadriennio largamente positivo”. “A dispetto di qualche piccola, circoscritta polemica degli ultimissimi mesi  - scrive con riferimento alla contesa col suo vice Alfredo Robledo sfociata davanti al Csm –  l’apprezzamento per l’opera della Procura di Milano nel quadriennio corso è stato ampio e condiviso e il prestigio indiscusso”. “Ma ciò che rileva – insiste – sono i riscontri ottenuti a livello di giudizio, in termini di accoglimento delle richieste e dei tempi di definizione”. Infine, affermando di attendere “con piena serenità” la decisione del Csm sulla sua riconferma, Bruti augura “buon lavoro a tutti noi”.  (manuela d’alessandro)