giustiziami

Cronache e non solo dal Tribunale di Milano

“Manipolò titoli per 8,5 mln”, Procura Generale chiude un’altra indagine avocata a pm Greco

Questo post è stato letto 5596 volte.

Il pg Carmen Manfredda chiude un’altra indagine che nei mesi scorsi era stata avocata al capo del pool reati economici Francesco Greco  (la-procura-non-indaga-tolte-sette-indagini-a-greco). Nell’avviso di conclusione dell’inchiesta, la Procura Generale contesta all’indagato Massimo De Paola il reato di manipolazione del mercato previsto dall’articolo 185 del Testo Unico della Finanza per avere movimentato tra il 23 agosto 2011 e il 15 settembre 2011 in modo illecito 8.558.000 euro in titoli provocandone “una sensibile alterazione del prezzo” attraverso “uno schema artificioso e reiterato non corrispondente a una genuina intenzione negoziale, ma attuato al solo fine di conseguire indebiti profitti”.

La denuncia firmata direttamente dal Presidente della Consob sul presunto reato commesso da De Paola era arrivata sul tavolo di Greco che, nel giro di una settimana, aveva deciso di chiederne l’archiviazione sostenendo che la sua condotta “non era idonea” ad alterare i titoli. Il gip Andrea Salemme aveva ‘bocciato’ la richiesta di archiviazione e, a quel punto, era intervenuta la Procura Generale che, sfruttando il suo potere – dovere di avocazione delle indagini, peraltro fino a quale momento quasi mai utilizzato, le aveva sottratte a Greco. In questi mesi, il pg Manfredda e l’avvocato dello Stato Laura Bertolé Viale  hanno afidato alla Consob il compito di svolgere nuovi accertamenti su De Paola, già colpito da sanzioni amministrative da parte dell’organo di vigilanza per questa vicenda, e sono arrivate alla conclusione che c’è materiale sufficiente per ipotizzare un processo a suo carico.

Intanto, a partire dalle avocazioni in serie di indagini per le quali Greco aveva chiesto l’archiviazione ( a-processo-gli-evasori-archiviati-dal-pm-francesco-greco), la Procura Generale ha cominciato a fare un inedito e massiccio utilizzo del potere – dovere di avocare le inchieste ai pubblici ministeri, non solo per reati economici ma anche per crimini di sangue. (manuela d’alessandro)

Categoria: Economica